Film in tv: Dal 27 aprile al 2 maggio

GIOVEDIì 27 APRILE

Iris, ore 21.15
Legend di Brian Helgeland (Regno Unito-Usa 2015)

”Muovendosi, come già il recente Black Mass, sulla scia del film biografico coniugato al genere gangsteristico, racconta la vicenda di Reggie e Ronnie Krays, fratelli malavitosi che tiranneggiarono il west end londinese negli anni Sessanta. La loro particolarità era di essere gemelli omozigoti, identici nelle fattezze quanto diversi nel carattere: più posato ed equilibrato l’uno, alle soglie della follia e della schizofrenia l’altro...”
(Leonardo Gandini) leggi tutto

VENERDì 28 APRILE

Rsi La2, ore 23.40
The Untouchables - Gli Intoccabili di Braian De Palma (Usa, 1987)

De Palma esibisce il suo indubbio virtuosismo di metteur en scène, valendosi dell 'appoggio in fase di sceneggiatura dell'astro à la page David Mamet, giocando con riferimenti cinematografici, che vanno dal western al gangster film a Eisenstein
(Adriano Piccardi, Cineforum 270)

SABATO 29 APRILE

Rai movie, ore 19.20
Nikita di Luc Besson ( Francia, Italia 1990 )

“Cinema di immagini perfette e calibrate, quello di Luc Besson. Cinema, il suo, dalla superficie levigata e traslucida su cui si riflettono storie singolari. Giunto con Nikita al suo quarto lungometraggio Besson fa di questa cifra stilistica, che lo avvicina ad altri giovani esponenti dell'ultimo cinema francese (Beineix e Carax), un «marchio inconfondibile»..”
(Mariachiara Pioppo, Cineforum 302)

DOMENICA 30 APRILE

Rai 4, ore 21.15
Grand Budapest Hotel di Wes Anderson (Regno Unito, Germania 2014)

“In Grand Budapest Hotel Il mondo di Anderson è ancora lì dove è sempre stato, in un altrove irraggiungibile in cui sarebbe bello abitare, ma in più ha la sua componente onirica, addirittura decadente. Non più il fumetto, la polaroid di famiglia o la testa di cinghiale da modernariato: le immagini di Grand Budapest Hotel sono figurine Liebig, illustrazioni da latta dei biscotti, trasferiscono nella cornice della cornice della cornice l'immagine ideale della Mitteleuropa, fasulla come già negli anni '30 delle operette alla Lubitsch e dei film Yiddish di Ulmer; ideale e idealizzata come il "mondo di ieri" di Stefan Zweig, i cui scritti, scopro alla fine film, sono alla base del film.
(Roberto Manassero) leggi tutto

Cielo, ore 21.15
Drive di Nicolas Winding Refn (Usa 2011)

“...il regista mette in scena la sua personale decostruzione del genere noir, in un cinemascope pastoso e colorato che guarda in maniera commossa e commovente alla cultura pop degli anni Ottanta”
(Giacomo Calzoni, Cineforum 508)

LUNEDì 1 MAGGIO

Iris, ore 21.00
Apocalypse Now Redux di Francis Ford Coppola (Usa 1979)

Coppola...trasforma, l'iperrealismo della guerra in un melodramma, in un mistero medioevale, in una visione psichedelica, in un esperienza sensoriale inedita. All'epilogo di questo processo, lo spettatore più che turbato, resta affascinato”
(Giorgio Rinaldi , Cineforum 195)

MARTEDì 2 MAGGIO

RaiMovie, ore 21.00
L'età dell'innocenza di Martin Scorsese (Usa 1993)

L'età dell'innocenza di Martin Scorsese, freddo e disperato dove gli altri erano appassionati, e all'apparenza molto lontano dai temi e dalle ambientazioni abituali del suo autore. L'alta borghesia newyorkese della seconda metà dell'Ottocento, merletti, lussi e grandi occasioni sociali come sfondo di una storia d'amore impossibile”
(Emanuela Martini, Cineforum 327)