Tre domande a Costanza Quatriglio

Costanza Quatriglio, regista di Con il fiato sospeso (Fuori concorso)

Il film che ti ha fatto venire voglia di fare cinema

E' stato Otello di Orson Welles. Ho avuto la fortuna di vederlo in sala, negli anni '90, in un'occasione particolare e ho avuto una folgorazione: vedendolo ho deciso che avrei fatto la regista. Ho letto il diario di lavorazione L'onesto Iago, in cui vengono spiegate le diverse inquadrature, come è stato costruito lo spazio attraverso il tempo, diversificando periodi e luoghi di riprese. Per me è stata una scoperta meravigliosa.

Un film che ti fa ridere

Rido sempre quando rivedo Mica scema la ragazza! di François Truffaut, considerato a torto una delle opere minori del regista. Io invece lo adoro perché è un film sagace e pieno di umorismo. E' molto buffo André Dussollier, che interpreta il sociologo intellettuale, nella sua totale incapacità di entrare nella vita reale e di comprendere i percorsi mentali delle persone vere.

Un film che ti ha fatto piangere

Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini. Non scorderò mai il grande pianto che mi sono fatta alla fine del film quando ero molto giovane. E' un film che mi ha aperto la mente. Ricordo anche che mi colpì da ragazzina La donna scimmia di Marco Ferreri, fu uno strazio.

@chassisradiopop 

(foto Ninni)