Intervista al regista di "Piccola Patria"

Rossetto: «Cercavamo verità»

«Non giravamo pagine di sceneggiatura, cercavamo verità».

Alessandro Rossetto riassume così il lavoro fatto per realizzare Piccola patria, film che racconta un "nordest diffuso" (in crisi), utilizzando una «troupe di giovani con una formazione documentaria» e un'organizzazione delle riprese basata sulla «ricerca e l'improvvisazione». Così come è nata dalla «ricerca sul campo» anche la sceneggiatura.

Nell'intervista, raccolta da Barbara Sorrentini (in collaborazione con Radio Popolare), Rossetto parla dell'intreccio fra documento e finzione, della trama nata da una «riflessione sulla mercificazione del corpo e del futuro dei giovani», del lavoro sulla lingua e il dialetto, delle riprese effettuare tra Veneto, Friuli, Trentino e Alto Adige, con il contributo di quattro Film Commission.