Veltroni: "Un Paese senza memoria"

Walter Veltroni parla del «vizio di un Paese che tende a rimuovere la memoria», dell'ultimo comizio di Berlinguer, della "questione morale", del cinema italiano («se c'è una cosa che non ci è mai mancata è il talento»), del perché ha realizzato il documentario Quando c'era Berlinguer: «Non giudico quei ragazzi che non sanno chi è. In fondo non è colpa loro. In parte è colpa della scuola, visto che alla storia contemporanea non ci arrivano mai. Ed è colpa di una società un po' leggera e una visione del mondo concentrata su un presente spasmodico, senza passato e con la paura del futuro».

Un'intervista realizzata da Barbara Sorrentini. In collaborazione con Radio Popolare.