NEWS

Claire Denis nello spazio

Robert Pattinson indossa un casco da astronauta.

Nulla di particolarmente eccitante, se non fosse che il fotogramma proviene dal primo lavoro in lingua inglese di Claire Denis, un film di fantascienza, con un budget consistente, in cui non mancheranno gli effetti speciali.

Tanto basta per suscitare la curiosità dei cinefili, essendo il cinema di Claire Denis tra i più interessanti e personali del panorama contemporaneo. Come se la caverà la regista di Chocolat, Beau Travail, L'intrus, 35 Rhums e il recente splendido Un beau soleil intérieur (visto a Cannes 2017, alla Quinzaine), con una produzione di questo calibro?

Di High Life si parlava già nel 2015. La storia, in principio, veniva presentata così: un viaggio nello spazio profondo di un gruppo di criminali, per potersi guadagnare la libertà, in cerca di fonti di energia alternative, e anche per fare "esperimenti di riproduzione". Ma il plot ufficiale, oggi, si presenta in tutt'altro modo: «Un padre e una figlia lottano per la sopravvivenza nello spazio profondo». La verità potrebbe stare a metà strada, visto che Screen Daily tempo fa ha parlato della storia di un astronauta in missione solitaria, alla ricerca della figlia (nata dall'inseminazione artificiale), destinato a una missione dentro un buco nero, ma anche a una storia d'amore.

Il buco nero c'è di sicuro, anche perché è stato coinvolto nella lavorazione l'esperto Aurélien Barrau, così come l'Agenzia Spaziale Europea. Dal punto di vista visivo, invece, c'è lo zampino dell'artista Olafur Eliasson.

Oltre a Pattinson, nel cast ci sono anche Juliette Binoche e Mia Goth. La sceneggiatura è stata scritta dalla Denis insieme a Jean-Paul Fargeau, oltre alla coppia di scrittori Nick Laird e Zadie Smith. Le riprese sono cominciate nel settembre 2017. Non vediamo l'ora.