NEWS

Oscar 2018: i 92 film in lingua straniera in lizza

L'Academy ha reso nota la lista dei 92 film (e altrattanti paesi) che parteciperanno alla corsa per il miglior film in lingua straniera. Si tratta di un record, dopo gli 85 paesi paesi dello scoso anno. Per Haiti, Honduras, Repubblica Popolare Democratica del Laos, Mozambico, Senegal e Siria è la prima volta. Da questi lista usciranno inizialmente 9 titoli, per poi assottigliarsi a 5 il prossimo 23 gennaio, giorno dell'annuncio delle nominations. 

I film favoriti restano lo svedese The Square di Ruben Östlund, vincitore di Cannes, il cileno Una mujer fantastica di Sebastián Lelio e il francese 120 battement par minute di Robin Campillo. Per l'Italia, com'è noto, parteciperà A Ciambra di Jonas Carpignano.

Afghanistan, A Letter to the President di Roya Sadat
Albania, Daybreak di Gentian Koçi
Algeria, Road to Istanbul di Rachid Bouchareb
Argentina, Zama di Lucrecia Martel
Armenia, Yeva di Anahit Abad
Australia, The Space Between di Ruth Borgobello
Austria, Happy End di Michael Haneke
Azerbaijan, Pomegranate Orchard di Ilgar Najaf
Bangladesh, The Cage di Akram Khan
Belgio, Racer and the Jailbird di Michaël R. Roskam
Bolivia, Dark Skull di Kiro Russo
Bosnia e Erzegovina, Men Don’t Cry di Alen Drljević
Brasile, Bingo - The King of the Mornings di Daniel Rezende
Bulgaria, Glory di Petar Valchanov, Kristina Grozeva, directors;
Cambogia, First They Killed My Father di Angelina Jolie
Canada, Hochelaga, Land of Souls di François Girard
Cile, Una mujer fantastica di Sebastián Lelio
Cina, Wolf Warrior 2 di Wu Jing
Colombia, Guilty Men di Iván D. Gaona
Corea del Sud, A Taxi Driver di Jang Hoon
Costa Rica, The Sound of Things di Ariel Escalante
Croazia, Quit Staring at My Plate di Hana Jušić
Repubblica Ceca, Ice Mother di Bohdan Sláma
Danimarca, You Disappear di Peter Schønau Fog
Ecuador, Alba di Ana Cristina Barragán
Egitto, Sheikh Jackson di Amr Salama
Estonia, November di Rainer Sarnet
Filippine, Birdshot di Mikhail Red
Finlandia, Tom of Finland di Dome Karukoski
Francia, 120 battement par minute di Robin Campillo
Georgia, Scary Mother di Ana Urushadze
Germania, In the Fade di Fatih Akin
Giappone, Her Love Boils Bathwater di Ryota Nakano
Grecia, Amerika Square di Yannis Sakaridis
Haiti, Ayiti Mon Amour di Guetty Felin
Honduras, Morazán di Hispano Durón
Hong Kong, Mad World di Wong Chun
Ungheria, On Body and Soul di Ildikó Enyedi
India, Newton di Amit V Masurkar
Indonesia, Turah di Wicaksono Wisnu Legowo
Iran, Breath di Narges Abyar
Iraq, Reseba - The Dark Wind di Hussein Hassan
Irlanda, Song of Granite di Pat Collins
Islanda, Under the Tree di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson
Israele, Foxtrot di Samuel Maoz
Italia, A Ciambra di Jonas Carpignano
Kazakistan, The Road to Mother di Akhan Satayev
Kenya, Kati Kati di Mbithi Masya
Kirghizistan, Centaur di Aktan Arym Kubat
Kosovo, Unwanted di Edon Rizvanolli
Lettonia, The Chronicles of Melanie di Viestur Kairish
Libano, The Insult di Ziad Doueiri
Lituania, Frost di Sharunas Bartas
Lussemburgo, Barrage di Laura Schroeder
Marocco, Razzia di Nabil Ayouch
Messico, Tempestad di Tatiana Huezo
Mongolia, The Children of Genghis di Zolbayar Dorj
Mozambico, The Train of Salt and Sugar di Licinio Azevedo
Nepal, White Sun di Deepak Rauniyar
Norvegia, Thelma di Joachim Trier
Nuova Zelanda, One Thousand Ropes di Tusi Tamasese
Olanda, Layla M. di Mijke de Jong
Pakistan, Saawan di Farhan Alam
Palestina, Wajib di Annemarie Jacir
Panama, Beyond Brotherhood di Arianne Benedetti
Paraguay, Los Buscadores di Juan Carlos Maneglia, Tana Schembori
Perù, Rosa Chumbe di Jonatan Relayze
Polonia, Spoor di Agnieszka Holland, Kasia Adamik, directors;
Portogallo, Saint George di Marco Martins
Regno Unito, My Pure Land di Sarmad Masud
Repubblica Dominicana, Woodpeckers di Jose Maria Cabral
Repubblica Popolare Democratica del Laos, Dearest Sister di Mattie Do
Romania, Fixeur di Adrian Sitaru
Russia, Loveless di Andrey Zvyagintsev
Senegal, Félicité di Alain Gomis
Serbia, Requiem for Mrs. J. di Bojan Vuletic
Singapore, Pop Aye di Kirsten Tan
Siria, Little Gandhi di Sam Kadi
Slovacchia, The Line di Peter Bebjak
Slovenia, The Miner di Hanna A. W. Slak
Spagna, Summer 1993 di Carla Simón
Sud Africa, The Wound di John Trengove
Svezia, The Square di Ruben Östlund
Svizzera, The Divine Order di Petra Volpe
Tailandia, By the Time It Gets Dark di Anocha Suwichakornpong
Taiwan, Small Talk di Hui-Chen Huang
Tunisia, The Last of Us di Ala Eddine Slim
Turchia, Ayla: The Daughter of War di Can Ulkay
Ucraina, Black Level di Valentyn Vasyanovych
Uruguay, Another Story of the World di Guillermo Casanova
Venezuela, El Inca di Ignacio Castillo Cottin
Vietnam, Father and Son di Luong Dinh Dung