Paul Feig

Dinamiche di coppia (da ridere)

Forse l'impavido titolista cui hanno affidato la trasposizione italiana di The Heat (badate bene: con l'articolo e senza Michael Mann) non era al corrente del fatto che il 50% del cast di Corpi da reato si reggesse sull'ingombrante presenza di Melissa McCarthy, già bridesmaid a Las Vegas e cuoca tuttofare a Stars Hollow, ridente cittadina immaginaria del Connecticut. 

L'altra metà, per sua fortuna, la fa l'eterna Sandra Bullock, già Miss Detective, bellezza segaligna ed impacciata che compensa l'irruenza della collega. Collega poi, si fa per dire: se McCarthy è la piedipiatti di quartiere che conosce per nome spacciatori e prostitute, Bullock è l'odiata agente federale che piomba, col suo piglio mestamente risoluto, sulle indagini certosine dei poliziotti comuni, vanificando anni e anni di tentativi.

Il fantasma di Arma Letale è sempre in agguato: una grassa e una magra prendono il posto di un bianco e di un nero, replicando esattamente le dinamiche della grandiosa coppia Gibson-Glover che fu. Corpi da reato, in sostanza, altro non è che che un classicissimo buddy cop film rivisto e corretto con l'aggiunta di sottane, interamente giocato sull'alchimia fra due protagoniste che prima si odiano e poi, va da sé, si ameranno.

Un percorso da manuale, costruito su due modi d'esser poliziotto che cozzano al primo impatto ma alla fine si risolvono conciliandosi: solo sapienti scelte in fatto di casting potevano contribuire a ricreare una situazione tanto ideale, e così è stato. La burbera, estemporanea Mullins (McCarthy) e la secchiona impacciata Ashburn (Bullock) sono ben assortite e insieme sanno schivare i pericoli, le pallottole e i colpi bassi di una sceneggiatura spesso assai prevedibile.

Se l'epopea del solito trafficante cattivone da acciuffare, coadiuvato dall'immancabile talpa dentro le mura del distretto, non sa scaldare i cuori assetati d'intrecci avvincenti, basta spegnere il radar poliziesco e accendete quello comico: vi aspettano 117 minuti di risate corroborati da innumerevoli momenti slapstick e da qualche ottimo dialogo. Di questi tempi, buttali via. 

IL FILM

The Heat
Paul Feig
Usa, 2013, 117'
Sceneggiatura:
Katie Dippold
Fotografia:
Robert D. Yeoman
Montaggio:
Jay Deuby, Brent White
Musica:
Michael Andrews
Cast:
Sandra Bullock, Michael McDonald, Melissa McCarthy, Marlon Wayans
Produzione:
Twentieth Century Fox, Chernin Entertainment, Dune Entertainment
Distribuzione:
20th Century Fox, Chernin Entertainment

Sarah Ashburn, agente speciale dell'Fbi, e Shannon Mullins, sboccata poliziotta di Boston, sembrano essere del tutto incompatibili. Ma quando si ritrovano costrette a unire le loro forze per catturare un signore della droga, succede quanto di più inaspettato: diventano amiche.

 

 




TRAILER