My Favorite Things
Lavori in corso, a Cineforum carta e web: l'ha certamente capito chi ha letto l'editoriale del direttore Adriano Piccardi sul nuovo numero di Cineforum. E, nel cambiamento della rivista nel suo insieme, vorremmo tener conto anche dei vostri desideri e gusti. Ecco perciò un questionario (anonimo) attraverso il quale noi possiamo conoscere meglio le vostre aspettative e le vostre opinioni, per noi preziose. Grazie.





Iscriviti alla nostra newsletter

L'altra faccia delle lune

L'altra faccia delle lune

30 novembre 1968

Pauline & Andrew, in memoria / Kael al «New Yorker» e Sarris alla «Village Voice» (I).

«Dalla camera dei bambini al negozio di moda l'itinerario adesso è molto breve, e Il sottomarino giallo lo percorre con eleganza e tranquillità. I Beatles, raffigurati in animazione, vanno al salvamento degli abitanti di Pepperland e a preservarli dall'assalto dei Biechi Blu, disponendo come armi (ma chi l'avrebbe mai detto?) della musica e dell'amore. Ma quello che è così piacevole, ne Il sottomarino giallo, è la sua qualità profondamente luminosa e di lunga gittata, e il soggetto sembra lieve quanto l'ironia e le immagini. Se il film tentasse di avere un significato, se pretendesse di avere “qualcosa da dire”, potrebbe mutarsi in un disastro».

(Pauline Kael, Metamorfosi dei Beatles, «The New Yorker»)