My Favorite Things
Lavori in corso, a Cineforum carta e web: l'ha certamente capito chi ha letto l'editoriale del direttore Adriano Piccardi sul nuovo numero di Cineforum. E, nel cambiamento della rivista nel suo insieme, vorremmo tener conto anche dei vostri desideri e gusti. Ecco perciò un questionario (anonimo) attraverso il quale noi possiamo conoscere meglio le vostre aspettative e le vostre opinioni, per noi preziose. Grazie.





Iscriviti alla nostra newsletter

L'altra faccia delle lune

L'altra faccia delle lune

8 e ½ e i suoi figli

Una curiosa ricerca curata da Carlo Avondola e Marcello Garofalo per SegnoCinema tende a dimostrare – in modo anche un po' avventuroso – l'esistenza di numerose filiazioni di 8 e ½ (1963, di Federico Fellini), tanto per provare che il cinema si nutre di cinema. Alcune citazioni sono un po' forzate, altre ci è impossibile controllarle, ma l'insieme è suggestivo.

Ecco la lista: Jerry 8 e ¾ (1964, di Jerry Lewis), Mickey One (1965, di Arthur Penn), Tutto in vendita (1968, di Andrzej Wajda), Attenzione alla puttana santa (1970, di Rainer Werner Fassbinder), Il mondo di Alex (1970, di Paul Mazursky), Effetto notte (1973, di François Truffaut), All That Jazz (1979, di Bob Fosse), Stardust Memories (1980, di Woody Allen), Sogni d'oro (1981, di Nanni Moretti), Lo stato delle cose (1982, di Wim Wenders), F.F.S.S (1983, di Renzo Arbore), La pelicula del rey (1986, di Carlos Sorin), Les baisers de secours (1989, di Philip Garrel), Close up (1990, di Abbas Kiarostami), Occhi di serpente (1993, di Abel Ferrara), Si gira a Manhattan (1994, di Tom DiCillo), Salam Cinema (1995, di Mohsen Makhmalbaf), Viva erotica (1996, di Derek Lee e Lo Chi-teung), 8 donne e ½ (1994, di Peter Greenaway), Silence... on tourne (2001, di Youssef Chahine).

E altre – a cominciare da Nine (2009, di Bob Marshall) – ne sono seguite. Provare per credere.