Enrico Casarosa

Luca

Ci eravamo lasciati a Soul, con l’ambizioso e sovraccarico film manifesto di Pete Docter che sembrava voler chiudere un cerchio, una consistente parte di carriera della Pixar. Dopo venticinque anni di lavori che hanno consolidato la poetica e il prestigio del marchio (tanto che ancora oggi si continua a parlare di film Pixar invece che di lungometraggi diretti da singoli registi), la casa di Emeryville ora cambia passo, cambia forma e cambia sguardo. Il tutto coincide, ovviamente in maniera non casuale, anche con un cambio in cabina di regia. Luca segna infatti l’esordio nel lungometraggio dell’italiano Enrico Casarosa, collaboratore di lunga data di Pixar nonché regista del corto La luna (2011), scelto per aprire le danze di Ribelle – The Brave.

Oltre a non far parte in maniera diretta del team creativo vero e proprio, Casarosa è anche un regista straniero (ovvero non statunitense), ma è proprio sulla sua italianità che Pixar sembra voler scommettere apertamente. Luca è infatti un’opera che guarda (look at, in inglese, suona molto simile al titolo del film) altrove, a nuovi mondi, a un altro immaginario, a un altro pubblico. Scrostandosi di dosso tutta la complessità tecnica e tematica degli ultimi anni, il film sposa uno sguardo più semplice, genuino e infantile (nel senso più letterale del termine), con cui da tempo Pixar sembrava non volersi più confrontare.

Luca porta indietro le lancette di circa vent’anni, a un’epoca in cui il cinema di animazione mainstream non aveva molte altre ambizioni se non quelle di intrattenere, appassionare ed emozionare con storie fantasiose, colorate e immaginifiche. Proprio in questo ritorno al passato vi è tutto il senso dell’operazione in questione. Il film racconta infatti una storia di amicizia (con ovviamente un pizzico di magia) tra bambini. Casarosa torna all’infanzia portando in scena i suoi ricordi. Non c’è tanto un’Italia stereotipata in Luca, quanto piuttosto la ricostruzione di un’estate di molti anni fa vissuta dal regista nella sua amata Liguria.

In questo senso, Luca diventa per assurdo un film autobiografico: il richiamo per un nuovo mondo da esplorare, la passione e la determinazione nel cercare di raggiungere un obiettivo, l’ingombrante peso di una famiglia un po’ troppo premurosa o l’importanza di un amico che ti spinga al di là delle tue paure sono solo alcune delle tracce più evidenti che probabilmente derivano dal percorso che ha portato il regista da Genova alla casa di produzione animata più ambita al mondo.

Casarosa conferma il suo stile semplice e levigato, ritrovando buona parte delle forme e delle tematiche presenti in La luna (il volto del padre del ragazzo è molto simile se non identico a quello presente nel lungo, così come l’idea di crescere imparando a trovare il proprio posto secondo l’affermazione della propria unicità). Così facendo, contribuisce a dare una sterzata molto netta al percorso Pixar, aiutandola nell’espatriare (finora era successo solo con Ratatouille e Coco), nel ritrovare una dimensione più immaginifica e fantasiosa, e provando a rimettere al centro del percorso i bambini che molti avevano dato quasi per dispersi all’interno della produzione disneyana più recente.

Luca non sarà probabilmente uno dei titoli più riusciti o innovativi di casa Pixar, ma centra pienamente il bersaglio che si prefigge ricalibrando le dimensioni di una produzione che necessitava di un ritorno alla semplicità. Il ciclo sembra quindi voler ricominciare. Non ci sono più giocattoli parlanti che tendono all’infinito, ma bambini vivaci e curiosi assetati di novità e in attesa di prendere il treno che li condurrà da un’altra parte, alla scoperta di nuovi mondi. Proprio come quella magica e irripetibile estate trascorsa da ragazzi in compagnia dei nostri migliori amici.


 

Luca
USA, 2021, 95'
Titolo originale:
Luca
Regia:
Enrico Casarosa
Sceneggiatura:
Jesse Andrews, Mike Jones
Fotografia:
David Juan Bianchi, Kim White
Montaggio:
Catherine Apple, Jason Hudak
Musica:
Dan Romer
Cast:
Jacob Tremblay, Jack Dylan Grazer, Sacha Baron Cohen, Maya Rudolph, Giacomo Gianniotti, Jim Gaffigan, Sandy Martin, Emma Berman, Francesca Fanti, Gino D'Acampo, Deyvi Stib Rodríguez
Produzione:
Pixar Animation Studios, Walt Disney Pictures
Distribuzione:
The Walt Disney Company Italia

Luca vive delle esperienze indimenticabili insieme al suo nuovo migliore amico Alberto. Ma entrambi nascondono un segreto: sono delle creature marine provenienti da un mondo sotto la superficie dell'acqua.




TRAILER