NEWS

A Locarno, il Pardo d'onore a Jean-Marie Straub

È sempre difficile pensare a Jean-Marie Straub senza sentire la mancanza feroce di Danièle Huillet e succederà così anche a Locarno quando il prossimo agosto il regista, che insieme alla sua compagna ha contribuito a riscrivere i codici della modernità cinematografica, sarà premiato con il Pardo d’onore Manor.  

Un riconoscimento che premia Straub nell'anno del suo ottantaquattresimo compleanno, dopo circa sessanta anni di carriera durante i quali si è sempre misurato con il reale e con la messa in discussione delle modalità del suo racconto e succedendo di otto anni un altro grande riconoscimento alla carriera ovvero il Leone Speciale per l'innovazione del linguaggio cinematografico che fu asegnato alla coppia alla Mostra di Venezia nel 2006.

Da sempre molto legato alla Svizzera e al Festival, Straub ha presentato titoli importanti nella manifestazione ticinese (Chronik der Anna Magdalena Bach, che è stato presentato nel 1968 nella programmazione principale; Antigone, mostrato nel 1992 in Piazza Grande e Kommunisten nel 2014 in Fuori Concorso).

Questa la dichiarazione di Carlo Chatrian, Direttore artistico del Locarno Festival, in merito al premio: “Poter premiare l’opera e la figura di Jean-Marie Straub nella 70esima edizione del Festival è un onore particolare. Non solo per lo stretto rapporto che Straub e Huillet hanno avuto con il Locarno Festival, ma soprattutto perché i loro film occupano un posto imprescindibile nella storia del cinema moderno e hanno tuttora un’influenza innegabile su diversi registi. Spesso è stato usato il termine ‘rigore’ per parlare della loro pratica; rivedendo i loro film si sente anche quanta libertà palpita in ogni inquadratura – cosa di cui il cinema “digitale” ha un assoluto bisogno. I film di Straub e Huillet hanno molto da dirci, forse per questo le recenti retrospettive a loro dedicate, nel 2016 al MoMA di New York, al Centre Georges Pompidou di Parigi e a Madrid al Museo Reina Sofia, sono state così bene accolte. La presenza di Jean-Marie Straub a Locarno mi rende particolarmente orgoglioso e sono convinto che il pubblico gli tributerà quell’accoglienza che i grandi registi come lui meritano”.

La 70esima edizione del Locarno Festival si terrà dal 2 al 12 agosto 2017.