Vince ELLE di Paul Verhoeven

I migliori film del 2017

Elle di Paul Verhoeven è il miglior film del 2017 secondo Cineforum
Al secondo posto Dunkirk di Christopher Nolan e al terzo Personal Shopper di Olivier Assayas. Ricordiamo a proposito che per Cineforum vince il titolo citato dal maggior numero di votanti. Ma vale anche la posizione in classifica (dai 10 punti al primo fino a 1 solo punto al decimo e 5 punti per ciascun film quando la lista è ordinata alfabeticamente). 

La classifica è il verdetto dei 47 critici – collaboratori e amici della rivista – a cui abbiamo chiesto i dieci migliori film usciti in Italia nel corso dell’anno, tra sale cinematografiche e piattaforme digitali. In generale, a emergere è soprattutto l’assurdità (o la difficoltà, la povertà, la mancanza di forze, fate voi) del nostro sistema distributivo, che fa arrivare i film con mesi o addirittura anni di ritardo (come nel caso di Victoriae ci costringe ad aspettare il 2018 per parlare alcuni dei titoli più ammirati dell’annata festivaliera. Il risultato è che nella top-ten di quest'anno più della metà (6 su 10) dei film citati non è del 2017.
In ogni caso, il numero notevole di partecipanti – così diversi per età, formazione, gusti e disgusti – rende la classifica particolarmente autorevole. Ognuno ha i suoi innamoramenti e le sue idiosincrasie, ma sui grandi numeri emergono inevitabilmente i grandi film. 

Ci teniamo a precisare che a differenza di altre riviste specialistiche del panorama internazionale (come i Cahiers du Cinéma o Sight and Sound) non abbiamo incluso nella classifica nessuna serie tv, nemmeno Twin Peaks, preferendo parlarne in un altro approfondimento (che sarà pubblicato nei prossimi giorni) in cui comparirà tutto quello che, di notevole, è rimasto fuori dalla sala.

Buona lettura!


1. Elle di Paul Verhoeven – 23 c. (150 p.)
2. Dunkirk di Christopher Nolan – 22 c. (142 p.)
3. Personal Shopper di Olivier Assayas – 21 c. (146 p.)
4. Silence di Martin Scorsese – 19 c. (122 p.)
5. La La Land di Damien Chazelle – 18 c. (114 p.)
6. Jackie di Pablo Larraín – 18 c. (107 p.)
7. Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve – 18 c. (101 p.)
8. Detroit di Katryn Bigelow – 14 c. (84 p.)
9. Una vita di Stéphane Brizé – 12 c. (70 p.)
10. Sieranevada di Cristi Puiu – 11 c. (81 p.)

11. L’altro volto della speranza di Aki Kaurismäki – 11 c. (72 p.)
12. Austerlitz di Sergei Loznitsa – 11 c. (59 p.)
13. Civiltà perduta di James Gray – 11 c. (49 p.)
14. Manchester by the Sea di Kenneth Lonergann – 10 c. (54 p.)
15. Ritratto di famiglia con tempesta di Hirokazu Kore'eda – 10 c. (49 p.)
16. Dawson City – Il tempo tra i ghiacci di Bill Morrison – 9 c. (53 p.)
17. Arrival di Denis Villeneuve – 9 c. (38 p.)
18. Scappa – Get Out di Jordan Peele – 9 c. (27 p.)
19. Le cose che verranno di Mia Hansen-Løve – 8 c. (40 p.) 
20. La tartaruga rossa di Michaël Dudok de Wit – 8 c. (37 p.) 

8 citazioni:
A ciambra di Jonas Carpignano (29 p.).

7 citazioni:
Il cliente di Asghar Farhadi (47 p.), Song to Song di Terrence Malick (47 p.), Loveless di Andrey Zvyagintsev (34 p.), La tenerezza di Gianni Amelio (31 p.), Nico 1988 di Susanna Nicchiarelli (24 p.).

6 citazioni:
Allied – Un'ombra nascosta di Robert Zemeckis (30 p.), Vi presento Toni Erdmann di Maren Ade (30 p.), L'infanzia di un capo di Brady Corbet (28 p.).

5 citazioni:
120 battiti al minuto di Robin Campillo (32 p.), The Square di Ruben Östlund (32 p.), L'inganno di Sofia Coppola (21 p.).

4 citazioni:
Ammore e malavita dei Manetti Bros. (24 p.), Billy Lynn – Un giorno da eroe di Ang Lee (23 p.), Happy End di Michael Haneke (21 p.), The Meyerowitz Stories (New and Selected) di Noah Baumbach (20 p.), I Am Not Your Negro di Raoul Peck (20 p.), Dopo l'amore di Joachim Lafosse (22 p.), La ruota delle meraviglie di Woody Allen (18 p.).

3 citazioni:
Madre! di Darren Aronofsky (25 p.), La battaglia di Hacksaw Ridge di Mel Gibson (14 p.), Moonlight di Barry Jenkins (10 p.), Good Time di Joshua e Ben Safdie (7 p.), Wiener Dog di Todd Solondz (5 p.).

2 citazioni:
Gatta Cenerentola di di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone (19 p.), Victoria di Sebastian Schipper (17 p.), Baby Driver – Il genio della fuga di Edgar Wright (11 p.), Coco di Lee Unkrich e Adrian Molina (11 p.), L'ordine delle cose di Andrea Segre (11 p.), Il ragno rosso di Marcin Koszałka (11 p.), Loving di Jeff Nichols (10 p.), The Big Sick di Michael Showalter (8 p.), Your Name di Makoto Shinkai (8 p.), Lady Macbeth di William Oldroyd (8 p.), Life – Non oltrepassare il limite di Daniel Espinosa (8 p.), Split di M. Night Shyamalan (8 p.), Miss Sloane – Giochi di potere  di John Madden (7 p.), Una questione privata di di Paolo e Vittorio Taviani (5 p.), Logan – The Wolverine di James Mangold (3 p.).

1 citazione:
Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia (10 p.), Il mio Godard di Michel Hazanavicius (9 p.), Lezioni di pittura di Pablo Perelman (8 p.), Heterophobia di Goyu Anchou (8 p.), Gold – La grande truffa di Stephen Gaghan (7 p.), Les Ogres di Léa Fehner (7 p.), Nocturama di Bertrand Bonello (7 p.), Hell or High Water di di David Mackenzie (6 p.), Libere disobbedienti innamorate – In Between di Maysalou Hamoud (6 p.), In questo angolo di mondo di Sunao Katabuchi (6 p.), Mister Universo di Tizza Covi, Rainer Frimmel (6 p.), Passeri di Rúnar Rúnarsson (6 p.), Le Ardenne di Robin Pront (5 p.), Bill Viola: The Road To St Paul's di di Gerald Fox (5 p.), Cento anni di Davide Ferrario (5 p.), Enclave di Goran Radovanović (5 p.), Fortunata di Sergio Castellitto (5 p.), Free Fire di Ben Wheatley (5 p.), La luce sugli oceani di Derek Cianfrance (5 p.), Oltre le nuvole di Makoto Shinkai (5 p.), Sasha e il Polo Nord di di Rèmi Chayé (5 p.), Vedete, sono uno di voi di Ermanno Olmi (5 p.), Guardiani della Galassia Vol. 2 di James Gunn (4 p.), Manifesto di Julian Rosefeldt (4 p.), Nemesi di Walter Hill (4 p.), Star Wars: Gli ultimi Jedi di Rian Johnson (4 p.), Una donna fantastica di Sebastian Lelio (3 p.), L'intrusa di Leonardo Di Costanzo (3 p.), L’insulto di Ziad Doueiri (3 p.), Jackie & Ryan di Ami Canaan Mann (3 p.), Sing di Garth Jennings (3 p.), Thor: Ragnarok di Taika Waititi (3 p.), Dove non ho mai abitato di Paolo Franchi (2 p.), Lego Batman – Il film di Chris McKay (2 p.), La ragazza che sapeva troppo di Colm McCarthy (2 p.), Tutto o niente di Joe Swamberg (2 p.), Yo Yo Ma e i musicisti della via della seta di Morgan Neville (2 p.), Cuori puri di Roberto De Paolis (1 p.), Le donne e il desiderio di Tomasz Wasilewski (1 p.), I figli della notte di Andrea De Sica (1 p.).