Oscar 2018: tutti i premi

La novantesima notte degli Oscar si è appena conclusa. Non troppe le sorprese (quasi tutti i nostri pronostici si sono rivelati esatti), anche se le “sole” quattro statuette (su tredici nomination) andate a The Shape of Water (comunque vincitore dei due premi più importanti) suscitano una certa sorpresa. Dunkirk centra i premi tecnici, Tre manifesti a Ebbing, Missouri gli Oscar agli attori (Frances McDormand e Sam Rockwell). Il filo nascosto e Chiamami col tuo nome (due film per cui Cineforum faceva il tifo) invece si sono dovuti accontentare di un premio a testa: rispettivamente costumi e sceneggiatura non originale. Jordan Peele, un po’ a sorpresa, si porta a casa la migliore sceneggiatura per Scappa – Get OutCoco vince come film d'animazione ma conquista anche la statuetta per la miglior canzone originale. Una donna fantastica è il miglior film straniero mentre Lady Bird di Greta Gerwig, candidato a cinque statuette, resta a mani vuote.

Ecco tutto il palmarès (in grassetto i vincitori):


Miglior film:
La forma dell'acqua – The Shape of Water (Guillermo del Toro e J. Miles Dale)
Chiamami col tuo nome (Peter Spears, Luca Guadagnino, Emilie Georges e Marco Morabito)
Dunkirk (Emma Thomas e Christopher Nolan)
Il filo nascosto (JoAnne Sellar, Paul Thomas Anderson, Megan Ellison e Daniel Lupi)
L'ora più buia (Tim Bevan, Eric Fellner, Lisa Bruce, Anthony McCarten e Douglas Urbanski)
The Post (Amy Pascal, Steven Spielberg e Kristie Macosko)
Scappa – Get Out (Sean McKittrick, Jason Blum, Edward H. Hamm Jr. e Jordan Peele)
Tre manifesti a Ebbing, Missouri (Graham Broadbent, Pete Czernin e Martin McDonagh)

Miglior regia:
Guillermo del Toro per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Paul Thomas Anderson per Il filo nascosto
Greta Gerwig per Lady Bird
Christopher Nolan per Dunkirk
Jordan Peele per Scappa – Get Out

Miglior attrice protagonista:
Frances McDormand per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Sally Hawkins per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Margot Robbie per Tonya
Saoirse Ronan per Lady Bird
Meryl Streep per The Post

Miglior attore protagonista:
Gary Oldman per L'ora più buia
Timothée Chalamet per Chiamami col tuo nome
Daniel Day-Lewis per Il filo nascosto
Daniel Kaluuya per Scappa – Get Out
Denzel Washington per Roman J. Israel, Esq.

Miglior attrice non protagonista:
Allison Janney per Tonya
Lesley Manville per Il filo nascosto
Mary J. Blige per Mudbound
Laurie Metcalf per Lady Bird
Octavia Spencer per La forma dell'acqua – The Shape of Water

Miglior attore non protagonista:
Sam Rockwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Willem Dafoe per Un sogno chiamato Florida
Woody Harrelson per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Richard Jenkins per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Christopher Plummer per Tutti i soldi del mondo

Migliore sceneggiatura originale:
Jordan Peele per Scappa – Get Out
Guillermo del Toro e Vanessa Taylor per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Greta Gerwig per Lady Bird
Emily V. Gordon e Kumail Nanjiani per The Big Sick – Il matrimonio si può evitare... l'amore no
Martin McDonagh per Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Migliore sceneggiatura non originale:
James Ivory per Chiamami col tuo nome
Scott Frank, James Mangold e Michael Green per Logan – The Wolverine
Scott Neustadter e Michael H. Weber per The Disaster Artist
Dee Rees e Virgil Williams per Mudbound
Aaron Sorkin per Molly's Game

Miglior film in lingua straniera:
Una donna fantastica di Sebastián Lelio (Cile)

The Square di Ruben Östlund (Svezia)
Corpo e anima di Ildikó Enyedi (Ungheria)
L'insulto di Ziad Doueiri (Libano)
Loveless di Andrej Zvjagincev (Russia)

Miglior film d'animazione:
Coco di Lee Unkrich e Adrian Molina
Baby Boss di Tom McGrath
The Breadwinner di Nora Twomey
Ferdinand di Carlos Saldanha
Loving Vincent di Dorota Kobiela e Hugh Welchman

Miglior documentario:
Icarus di Bryan Fogel

Abacus: Small Enough to Jail di Steve James
Last Man in Aleppo di Firas Fayyad
Strong Island di Yance Ford
Visages Villages di Agnès Varda e JR

Miglior fotografia:
Roger A. Deakins per Blade Runner 2049
Bruno Delbonnel per L'ora più buia
Hoyte Van Hoytema per Dunkirk
Rachel Morrison per Mudbound
Dan Laustsen per La forma dell'acqua – The Shape of Water

Miglior montaggio:
Lee Smith per Dunkirk
Jon Gregory per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Paul Machliss e Jonathan Amos per Baby Driver – Il genio della fuga
Tatiana S. Riegel per Tonya
Sidney Wolinsky per La forma dell'acqua – The Shape of Water

Miglior scenografia:
Paul Denham Austerberry, Shane Vieau e Jeff Melvin per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Nathan Crowley e Gary Fettis per Dunkirk
Dennis Gassner e Alessandra Querzola per Blade Runner 2049
Sarah Greenwood e Katie Spencer per La bella e la bestia
Sarah Greenwood e Katie Spencer per L'ora più buia

Miglior colonna sonora:
Alexandre Desplat per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Carter Burwell per Tre manifesti a Ebbing, Missouri
Jonny Greenwood per Il filo nascosto 
John Williams per Star Wars: Gli ultimi Jedi
Hans Zimmer per Dunkirk

Miglior canzone:
Remember Me (musica e testi di Kristen Anderson-Lopez e Robert Lopez) – Coco
Mighty River (musica e testi di Mary J. Blige, Raphael Saadiq e Taura Stinson) – Mudbound
Mystery of Love (musica e testi di Sufjan Stevens) – Chiamami col tuo nome
Stand Up For Something (musica di Diane Warren, testi di Diane Warren e Lonnie Lynn) – Marcia per la libertà
This is Me (musica e testi di Benj Pasek e Justin Paul) – The Greatest Showman

Miglior sonoro:
Mark Weingarten, Gregg Landaker e Gary A. Rizzo per Dunkirk
Ron Bartlett, Doug Hemphill e Mac Ruth per Blade Runner 2049
Christian Cooke, Brad Zoern e Glen Gauthier per La forma dell'acqua – The Shape of Water
David Parker, Michael Semanick, Ren Klyce e Stuart Wilson per Star Wars: Gli ultimi Jedi
Julian Slater, Tim Cavagin e Mary H. Ellis per Baby Driver – Il genio della fuga

Miglior montaggio sonoro:
Richard King e Alex Gibson per Dunkirk
Mark Mangini e Theo Green per Blade Runner 2049
Nathan Robitaille e Nelson Ferreira per La forma dell'acqua – The Shape of Water
Julian Slater per Baby Driver – Il genio della fuga
Matthew Wood e Ren Klyce per Star Wars: Gli ultimi Jedi

Migliori effetti speciali:
John Nelson, Gerd Nefzer, Paul Lambert e Richard R. Hoover per Blade Runner 2049
Joe Letteri, Daniel Barrett, Dan Lemmon e Joel Whist per The War – Il pianeta delle scimmie
Ben Morris, Mike Mulholland, Neal Scanlan e Chris Corbould per Star Wars: Gli ultimi Jedi
Stephen Rosenbaum, Jeff White, Scott Benza e Mike Meinardus per Kong: Skull Island
Christopher Townsend, Guy Williams, Jonathan Fawkner e Dan Sudick per Guardiani della Galassia Vol. 2

Migliori costumi:
Mark Bridges per Il filo nascosto
Consolata Boyle per Vittoria e Abdul
Jacqueline Durran per La bella e la bestia
Jacqueline Durran per L'ora più buia
Luis Sequeira per La forma dell'acqua – The Shape of Water

Migliori trucco e acconciatura:
Kazuhiro Tsuji, David Malinowski e Lucy Sibbick per L'ora più buia
Daniel Phillips e Lou Sheppard per Vittoria e Abdul
Arjen Tuiten per Wonder

Miglior cortometraggio:
The Silent Child di Chris Overton e Rachel Shenton
DeKalb Elementary di Reed Van Dyk
The Eleven o'Clock di Derin Seale e Josh Lawson
My Nephew Emmett di Kevin Wilson, Jr.
Watu Wote/All of Us di Katja Benrath e Tobias Rosen

Miglior cortometraggio documentario:
Heaven is a Traffic Jam on the 405 di Frank Stiefel
Edith+Eddie di Laura Checkoway e Thomas Lee Wright
Heroin(e) di Elaine McMillion Sheldon e Kerrin Sheldon
Knife Skills di Thomas Lennon
Traffic Stop di Kate Davis e David Heilbroner

Miglior cortometraggio d'animazione:
Dear Basketball di Glen Keane e Kobe Bryant
Garden Party di Victor Caire e Gabriel Grapperon
Lou di Dave Mullins e Dana Murray
Negative Space di Max Portner e Ru Kuwahata
Revolting Rhymes di Jakob Schuh e Jan Lachauer

Oscar onorario:
Agnès Varda
Charles Burnett
Donald Sutherland
Owen Roizman