My Favorite Things
Lavori in corso, a Cineforum carta e web: l'ha certamente capito chi ha letto l'editoriale del direttore Adriano Piccardi sul nuovo numero di Cineforum. E, nel cambiamento della rivista nel suo insieme, vorremmo tener conto anche dei vostri desideri e gusti. Ecco perciò un questionario (anonimo) attraverso il quale noi possiamo conoscere meglio le vostre aspettative e le vostre opinioni, per noi preziose. Grazie.





Iscriviti alla nostra newsletter

L'altra faccia delle lune

L'altra faccia delle lune

27 settembre 1962

Viscontiana (VII): gattopardi, iene e parà. «In Tancredi vi è il tipo di tanti che hanno seguito i tempi puntando sul cavallo vincente, hanno fatto la marcia su Roma o la guerra di Spagna per riottenere un potere che vedevano sfuggire dalle loro mani, e una volta conseguitolo hanno infierito come i loro predecessori non erano stati capaci di fare. [...] Lo straniero è un'opera classica della letteratura moderna, in nuce vi trovi la profezia dell'oltranzismo dei parà e della rivolta algerina. […] Come Tancredi e Calogero Sedara sono i padri e i nonni di quelli che poi andarono a fare la guerra di Spagna, così i personaggi dello Straniero di Camus spiegano i parà, la tortura, tutta l'Algeria di oggi» (intervista a Gioacchino Lanza Tomasi, “Stasera”)